Obiettivo di questi studi è applicare la metodologia CNF a livello regionale, evidenziando come le realizzazioni infrastrutturali, nei diversi settori considerati, si ripercuotono in modo articolato nei vari territori, mettendo a fuoco gli apporti di ciascuna regione sul benessere locale e nazionale.

Per definire il CNF regionale è necessario individuare le opere imputabili a quel territorio e riformulare, poi, le analisi costi benefici per ogni singola opera per tener conto delle specificità territoriali.

Attraverso le analisi di tipo regionale, dunque, vengono messi a fuoco, a livello qualitativo e quantitativo, quali apporti lo sviluppo infrastrutturale regionale abbia dato, o possa dare, sia al benessere locale sia a quello nazionale e, viceversa, come impattano le singole infrastrutture di valenza nazionale sulla regione.

Gli studi

  • Verso un nuovo piano infrastrutturale lombardo. Problematiche e modalità di finanziamento (2014)
  • I Costi del Non Fare in Toscana (2010)
  • I Costi del Non Fare nel Lazio (2009)