COME SELEZIONARE LE PRIORITÀ INFRASTRUTTURALI. IL CASO DEL CENTRO-NORD ITALIA.

L’individuazione e la selezione delle opere prioritarie sono momenti centrali e fondamentali della politica infrastrutturale di un Paese. La nuova strategia del Governo, attraverso le dichiarazioni del Ministro Delrio, ha indicato la strada per definirle, anche a livello regionale: superare la mera logica politica, guardando alla reale utilità per i territori e per il Paese. Occorre, insomma, scegliere quelle infrastrutture che generano i maggiori ritorni in termini non solo economici ma anche ambientali e sociali.

Il Convegno, con un taglio propositivo e territoriale, ha l’obiettivo di individuare le modalità di selezione e realizzazione delle infrastrutture strategiche per le regioni del Centro-Nord Italia e per il Paese. Ciò dal punto di vista dei diversi stakeholder: le istituzioni regionali, che devono individuare le priorità dei territori, gli operatori del settore che devono realizzare le opere e erogare i servizi, gli investitori che devono allocare in modo efficiente le risorse. Il dibattito considera i molteplici comparti del settore infrastrutturale italiano: l’energia, i rifiuti, l’idrico, la viabilità stradale e ferroviaria, la logistica e le reti digitali.

 

Sito dell’Evento

 

Le sessioni del Convegno

Le priorità infrastrutturali del Centro-Nord. Scelte politiche e utilità per i territori

La prima tavola rotonda analizza le ricadute dell’innovazione tecnologica su performance e costi delle infrastrutture. Ne discutono i partner 2014 dell’Osservatorio CNF: Acea, Enel, Federutility, Ferrovie dello Stato Italiane, Hera e Terna.

Le priorità infrastrutturali per il Centro-Nord: l’ottica degli operatori

Il secondo panel ha l’obiettivo di mettere a fuoco le strategie infrastrutturali degli operatori del settore: utilities, costruttori e associazioni. La discussione verterà sulla messa a fuoco delle loro priorità di investimento rispetto ai territori considerati. Attenzione sarà anche posta ai temi dell’innovazione tecnologica al servizio delle infrastrutture e della qualità delle opere.

Come accelerare lo sviluppo: finanza, regole, qualità dei progetti

Infine il terzo panel è dedicato agli investitori invitati a individuare le condizioni ottimali per rendere finanziabili le opere prioritarie del Paese: sia dal punto di vista del framework normativo e regolatorio che da quello della capacità progettuale di imprese e Pubbliche Amministrazioni.

 

La partecipazione all’evento è gratuita. iscrizione obbligatoria.

Iscrizione al convegno